martedì 30 aprile 2013

Perchè Mastrangeli è stato espulso e Cecconi no?

I grillini stanno votando per l'espulsione dell'On. Mastrangeli, colpevole di essere andato in televisione da Barbara D'Urso a parlare del M5S. Dato che i grillini in tv non ci possono andare, a meno che si chiamino Grillo, Crimi, Lombardi o siano candidati a sindaco di Roma, probabilmente Manstrangeli verrà espulso e abbandonato.

Sono contrario a questa regola del M5S, ma se c'è posso capire l'espulsione. Ciò che non capisco è perchè per lui, traditore, ci sia una votazione dei Parlamentari e in più una dei grillini online (anche con metodi curiosi), mentre per il suo collega deputato Andrea Cecconi, il quale in un’intervista al Secolo XIX ha dichiarato: “Preiti? Avesse sparato a un’auto blu, avrei capito il senso o il significato. Sparare a un carabiniere è deprecabile, sparare a un politico è una cosa diversa” invece nulla. Silenzio tombale (fino ad ora almeno).

Forse forse, sono più gravi le sue dichiarazioni rispetto all'andare il tv di Mastrangeli. O no? Non è che se uno dice stupidate come questa (e, per alcuni, potrebbe essere considerata un'incitazione alla violenza) non deve essere discussa la sua espulsione solo perchè nel regolamento non c'è scritto...

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Cecconi (M5S):"Sparare a un carabiniere è deprecabile,sparare a un politico è una cosa diversa"

"A nome di tutti i parlamentari del Movimento 5 Stelle esprimiamo la nostra ferma condanna per il folle gesto di violenza perpetrato poco fa davanti a Palazzo Chigi ed esprimiamo tutta la nostra solidarietà umana e civile ai tre Carabinieri in servizio ed al passante feriti. La democrazia non accetta violenza".

Queste le parole di Vito Crimi e Robeta Lombardi dopo la sparatoria davanti Palazzo Chigi.
Parole assolutamente condivisibili, anche se dette da chi ha come portavoce uno che inneggia alla marcia su Roma e la della violenza verbale la sua arma primaria fanno un po' sorridere.

Non dello stesso avviso, infatti, è un loro deputato, tal Andrea Cecconi il quale, intervistato da IlSecolo XIX, dice:

“Preiti? Avesse sparato a un’auto blu, avrei capito il senso o il significato. Sparare a un carabiniere è deprecabile, sparare a un politico è una cosa diversa”.

Eh sì, proprio il modo giusto di abbassare i toni...Certo, non ricordiamo al cittadino Cecconi che pure lui ora è un politico.

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

domenica 28 aprile 2013

2013: fuga dalla Ka$ta

Video molto divertente prodotto dagli amministratori della pagina "Siamo la Gente, il Potere ci temono" in cui in Beppe Grillo (anzi, Peppe Crillo) in versione Snake Plissken ("Iena" in italiano) cerca di liberare "La Gente" dalla "KA$ta". Present anche Vito Crimi, Roberta Lombardi e Bersani.



Qui il link al video su Facebook

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

venerdì 26 aprile 2013

I grillini che non festeggiano il 25 aprile e lo usano come provocazione

Tranquilli, nessuno sta accusando i grillini di essere fascist, però certo alcuni comportamenti di una parte dei grillini sono piuttosto curiosi. Come ad esempio questo del Movimento 5 Stelle di Alghero che sulla fanpage il 25 aprile scrive:

Da Giornalettismo

Poiché oggi è festa il Meetup (riunione a 5 Stelle) è rinviata a giovedì 2 Maggio..
Il Movimento 5 Stelle Alghero augura a tutti Buon Giovedì !!!
 
Come Buon Giovedì? Perchè utilizzare una festività nazionale che ricorda, tra le altre cose, gente (parenti di tanti italiani) morti per liberarci da Fascismo e Nazismo, per provocare così? Si può non festeggiare, per l'amor di Dio, però non si provoca in questo modo. Sarebbe bastata semplicemente la prima frase.

Polemiche inutili che ridicolizzano e danneggiano il M5S (e mi spiace per quelle persone capaci e oneste che son dentro e credono davvero di poter migliorare il paese). E basta leggere i vari commenti per rendersi conto di quanta gente ci sia che ne ha piene le scatole di questi comportamenti. Forse alcuni grillini, piuttosto che venire qui ad insultare noi e i fans del blog, farebbero meglio a guardare in casa propria e polemizzare con chi di dovere.
 
Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage

giovedì 25 aprile 2013

Pisano (deputato M5S): "Casaleggio mi ha risposto che noi non facciamo politica"

In un'intervista al Secolo XIX riportata dal Fatto Quotidiano, il deputato Pisano (M5S) accusa Casaleggio, guru del Movimento dopo una sua risposta abbastanza scioccante per un politico come di fatto è chi occupa un ruolo istituzionale di quel genere:

" “Avevo dato una proposta di governo a Casaleggio. Mi ha risposto che noi non facciamo politica”. E quindi? “Che facciamo qui, le pedine? Di un gioco però, che forse non sappiamo giocare”.
Giudizi tranchant che partono dal dibattito sul Capo dello Stato. Con Prodi, spiega, “avremmo avuto delle garanzie” e “un governo con Rodotà o Zagrebelsky“, e invece no. Il risultato? “Siamo venuti per fare un governo, o no? Perché se, come penso, il nostro scopo era finire all’opposizione, allora hanno vinto quelli che volevano raggiungerlo”."


Un deputato che non fa politica. Ma come...allora che fa? Rubinetti? Cosa vuol dire che non fanno politica? Perchè si sono candidati? Potevano fare altro e lasciare quelle poltrone a gente (altri cittadini) che invece politica la vogliono e la sanno fare! O no?

Rimango sempre più perplesso...


Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

I grillini cercano di tapparci la bocca segnalando su Facebook il blog come spam

La libertà di espressione, di parola, di opinione. Belle cose. Dal mio punto di vista le più grandi conquiste dell'umanità negli ultimi secoli. Gente è morta per loro.

Peccato che su internet, rinnovato dai social come Facebook, non valgano per tutti. Dopo oscurato una fan page e tentato di oscurare le altre (vedi l'evento "No Grillo Live") ecco che ci riprovano.

Il blog "Assurdità a 5 Stelle" è stato segnalato troppe volte come spam dai grillini (e chi sennò?), offesi forse dalla nostra ironia, oppure dal semplice fatto che mostriamo loro la verità e le contraddizioni del loro partito preferito. Opss...Movimento.

Ed ecco quindi che, quando pubblicate un nostro post su Facebook, il social vi chiede di inserire un codice; quando invece aprite il link di un nostro articolo, ecco che apparte una schermata di questo tipo

In questo modo, tanti lettori "spaventati" non entreranno, non leggeranno e ovviamente non condivideranno le varie assurdità dette dai grillini (comuni o in carica da qualche parte). Capito come vogliono CENSURARE?

Vi invito quindi, quando aprirete un link proveniente da questo blog su Facebbok, di cliccare su "Not Spam", in questo modo bloccherete la loro censura.

Grazie a tutti. Queste sono piccole cose, che però la gente deve conoscere per capire realmente chi siano (almeno, una parte più o meno numerosa di loro) i "cittadini grillini".


PS: Io comunque una mezza idea di chi sia stato a segnalare e far segnalare il blog ce l'ho già.

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

martedì 23 aprile 2013

I grillini espellono Mastrangeli e Crimi con un like su Facebook

E a quanto pare non è uno scherzo:




Complimenti alla Senatrice Laura Bottici (qui e qui il link, se non ci credete), da poco eletta tra l'altro anche "questore del Senato"

Ah, comunque, Vito Crimi ha ricevuto molti più "mi piace" rispetto a Mastrangeli

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Leggete cosa scriveva Grillo sull'indipendenza dei Parlamentari (2011)

Vi ricordate quando Grillo si è scagliato contro l'articolo 67 della Costituzione dicendo  "L'articolo 67 recita: 'Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato'. Questo consente la libertà più assoluta ai parlamentari che non sono vincolati né verso il partito in cui si sono candidati, né verso il programma elettorale, né verso gli elettori. Insomma, l'eletto può fare, usando un eufemismo, il cazzo che gli pare senza rispondere a nessuno'' (fonte)?

I parlamentari grillini quindi, secondo Grillo, dovrebbero solamente eseguire gli ordini (da quello che capisco) di ciò che è stato deciso dall'alto (Grillo/Casaleggio) oppure in assemblee/referendum (dove magari a votare sono 20 mila persone, quando va bene).

Peccato che nel "comunicato politico numero quarantacinque" in data 11 agosto 2011 scriveva (grassetti miei):

Ogni eletto risponderà al Programma del M5S e alla propria coscienza, non a organi direttivi di qualunque tipo e non potrà entrare in un gruppo parlamentare formato da altri partiti.[...] I possibili eletti del M5S formeranno un Non-gruppo-parlamentare in cui ognuno conterà uno. [...] La libertà di ogni candidato di potersi esprimere liberamente in Parlamento senza chiedere il permesso a nessun capo bastone sarà la sua vera forza. Il M5S vuole che i cittadini si facciano Stato, non che si sostituiscano ai partiti con un altro partito. I partiti sono morti,organizzazioni del passato, i movimenti sono vivi. Oggi i parlamentari sono soltanto dei peones che schiacciano un pulsante se il capo, che li ha nominati, lo chiede. Non sono nulla, solo pulsante e distintivo. Il M5S vuole far entrare degli uomini e delle donne alla Camera e al Senato che rispondano solo alla Nazione e al proprio mandato


Cambiare idea va bene tante volte. Non in questo caso (giudizio personale). E comunque, mi pare che Grillo la cambi un po' troppo spesso per un po' troppe cose...

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Grillo: falso confrontare FVG con nazionali. Ma si tradisce da solo con i dati

Ieri abbiamo definito "disfatta" le elezioni regionali in Friuli Venezia Giulia per il M5S.

Oggi Grillo risponde dal suo blog con un post di tal Cecilia C in cui dice:

"Alle elezioni regionali di Febbraio i 5 Stelle presero in Lombardia il 13%, in Molise il 16% e in Lazio 20%. In quella stessa data, però, e in quelle stesse regioni, il MoVimento per le politiche prese in Lombardia il 19%, in Molise e nel Lazio il 27%. L'identica cosa è successa in Friuli Venezia Giulia.
Confrontare i dati elettorali delle regionali e delle politiche, e partire da qui per tentare di dimostrare un calo di consensi in atto verso il Movimento, equivale a produrre un evidente falso."


Bene. Allora facciamo anche noi un confronto. In Friuli alle nazionali il M5S prese ben il 27.2% (196.218 voti), in linea quindi con la media nazionale.  
Ieri si è fermato al 13.7% con 54.924 voti (il candidato a 19.22% con 103.133 voti). Ha preso la metà dei voti in percentuale e meno di 1/3 come numero.

Mi pare ci sia una bella differenza visto che nelle altre regioni citate la differenza era del 6-7% no? Qui è quasi del 14%, il doppio.

Non giocate con i numeri. Non siete proprio capaci..

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Risultati Quirinarie: Rodotà nazionale ha preso BEN 4.677 voti

Sono stati chiamati, domandati, richiesti e finalmente sono arrivati. I risultati delle Quirinarie con il quale, dopo la rinuncia di Gabanelli e Strada, i grillini hanno eletto proprio candidato come Presidente delle Repubblica Stefano Rodotà.

Quanti voti avrà preso? Ecco i risultati (dal blog di Grillo)

I voti espressi sono stati 28.518, così ripartiti:
- Gabanelli Milena Jole: 5.796
- Strada Luigi detto Gino: 4.938
- Rodota' Stefano: 4.677
- Zagrebelsky Gustavo: 4.335
- Imposimato Ferdinando: 2.476
- Bonino Emma: 2.200
- Caselli Gian Carlo: 1.761
- Prodi Romano: 1.394
- Fo Dario: 941



Ragazzi...ora, manco 5 mila italiani lo han votato. Si ritorna al discorso che ho fatto nell'altro articolo: se prendiamo questo risultato come ufficiale, di sicuro ci sono (e lì sì ufficiali) più di 5 mila italiani che alle elezioni hanno votato i partiti che hanno scelto Napolitano e che concordano con questa decisione. 

Colpa di Grillo e del M5S che, per un attacco hacker molto dubbioso, hanno limitato fortemente la possibilità di votare. Dai, 28.518 persone han votato i 10 candidati..di cosa stiamo parlando? Suvvia.

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

lunedì 22 aprile 2013

Disfatta Grillo in Friuli: M5S al 13.8%, Galluccio al 19.2%

Nel post precedente avevo scritto "batosta", in realtà è una disfatta. Il Movimento 5 Stelle esce chiaramente ridimensionato dalle elezioni regionali in Friuli Venezia Giulia. Definirlo un "flop" è troppo riduttivo.

A meno di 50 seggi alla fine, il M5S è fermo ad un 13.78%, mentre il candidato Saverio Galluccio non raggiunge nemmeno il 20% (19.22%). Serracchiani e Tondo divisi da pochissimi voti (con, ad ora, la candidata PD in vantaggio).

Tutto questo mentre più della metà degli elettori alle urne manco ci è andata, rifiutando sia la vecchia politica sia la nuova alternativa targata Grillo. Più bocciatura di così.
Al posto di discutere sulla espulsione del senatore Mastrangeli (discuteranno anche dell'espulsione di Crimi dopo? No perchè pure lui è andato in tv e Mestrangeli ha chieso ufficialmente la sua espulsione..) forse sarebbe meglio se iniziassero a parlare delle varie assurdità che hanno detto in queste settimane, a partire dai loro uomini di punta. Per non parlare dei vari casi scoppiati all'interno del movimento e mai chiariti, della poca trasparenza (sempre di più comunque che negli altri partiti, sia chiaro) e di molti comportamenti più o meno violenti (solo a parole che io sappia) sai nella realtà che su internet (insultando, soprattutto sul personale..almeno, questa è la mia esperienza).


Forse molti cittadini si sono fatti delle domande. Ecco, iniziassero anche i grillini (perchè, sia chiaro, perdere oltre 10 punti in due mesi deve essere preoccupante, soprattutto dopo ciò che è accaduto a livello nazionale), al posto di ripetere a pappagallo tutto quello che il leader (pardon, portavoce) dice, forse forse il Movimento 5 Stelle potrebbe davvero rappresentare un'alternativa valida alla vecchia politica. Ed è ciò che personalmente spero per l'Italia.

PS: ricordo che il programma per il FVG del M5S è stato votato da ben 474 grillini...

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Batosta M5S in Friuli: più di metà elettori stanno a casa e prendono solo il 20%

Tremenda batosta per il Movimento 5 Stelle e Beppe Grillo in persona nelle elezioni in Friuli Venezia Giulia. Nonostante gli ultimi giorni di campagna elettorale sul territorio fatta dal comico genovese e leader...no, pardon, semplice portavoce...del Movimento 5 Stelle, solo il 48.57% degli elettori si è recato alle urne e il candidato grillino Saverio Galluccio, è al momento solo terzo, con il 20,77% (prima c'è Debora Serracchiani con oltre il 40%, segue Renzo Tondo al 35%).

Per quanto riguarda le liste, ancora peggio: il M5S è ad ora al 15.56%, 10 punti in meno circa rispetto alle elezioni di fine febbraio.

Perchè è una batosta? Facile: se oltre la metà non si è recata alle urne è perchè ha bocciato sia la vecchia politica sia soprattutto l'unica alternativa ad essa: i grillini appunto. Tra l'altro, di quelli che han votato, l'80% ha preferito di nuovo la vecchia politica a loro.


Dire assurdità, gridare alla trasparenza e a promesse che poi non si mantengono ha un suo prezzo da pagare.


E non dite che non vi avevamo avvisati (anche se in modo ironico) su queste pagine.

(PS: qui articolo con dati ufficiali e ultime considerazioni)

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Grillo "Non menatecela con lo streaming...lo facciano gli altri"

Quelli che ce l'han menata per mesi e mesi con lo streaming, con l'aprire le Camere come una scatoletta di tonno etc etc etc oggi scoprono che lo streaming è fastidioso (forse per questo gli altri non lo fanno?). Ieri Grillo se ne è uscito con delle dichiarazioni che nel marasma generale sono passate sotto traccia proprio sulla questione streaming.

"Non menatecela con lo streaming. Facciamo lo streaming quando dobbiamo prendere decisioni su cose importanti e i cittadini devono sapere come prendiamo le decisioni. Ma quando ci vediamo a mangiare un panino e a parlare delle nostre cose, sono affari nostri. Lo facciano gli altri lo streaming". (fonte)


Ah ma allora non c'è poi così tanta trasparenza. Mi sovvien una domanda: l'incontro fuori Roma a porte chiuse era roba vostra giusto? Di cosa avete parlato? Del wikileaks di Bologna? Oppure della fiducia al governo? O delle Quirinarie? No perchè queste son tutte decisioni importanti che i grillini DEVONO sapere visto che vi han votato anche per quella trasparenza che tanto invocate. Vi sono stati altri incontri politici fra i vostri parlamentari che non sono stati filmati. Sempre perchè mangiavate un panino e parlavate delle vostre cose? Su non fatemi ridere. Potete prendere per il culo tanti elettori (come fanno gli altri, questo sì), però non tutti noi sono dei pirla.

E poi, cosa vuol dire "lo facciano gli altri?" Perchè sempre paragonarsi agli altri? Eì la prima cosa che fa chi ha qualche cosa da nascondere o si sente in colpa lo sai Grillo? Pensa a risolvere le contraddizioni e i problemi al vostro interno piuttosto (è solo un consiglio da comune cittadino)

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage

domenica 21 aprile 2013

Otto domande per Grillo e i suoi elettori





Mi sono arrivate tramite messaggio privato chiedendomi gentilmente di postarle visto che sono una sintesi delle cose che vado dicendo sia qui, sia su Rebel Ekonomist sia sulle rispettive fanpage (Assurdità e Rebel, a cui vi consiglio di iscrivervi)


1. SE UN GOVERNO DI LARGHE INTESE È LA ROVINA DI ITALIA E RAFFORZA BERLUSCONI PERCHÈ NON AVETE ACCONSENTITO ALLA FORMAZIONE DI UN GOVERNO DI SCOPO (LEGGE ELETTORALE E PROVVEDIMENTI ECONOMICI URGENTI) A DIREZIONE PD BASATO NON SULLA FIDUCIA MA SULL’ASTENSIONE (MODELLO 1976) COME VI ERA STATO PROPOSTO? AVETE ANTEPOSTO GLI INTERESSI DEL PARTITO A QUELLI DEL PAESE? 

2. PERCHÈ SU UNA QUESTIONE DI GRANDISSIMA IMPORTANZA COME LA FIDUCIA AL PD BEPPE GRILLO NON HA CONSULTATO I PROPRI ELETTORI ATTRAVERSO UN REFERENDUM SUL WEB? HA TRADITO IL PRINCIPIO DELLA DEMOCRAZIA DIRETTA SU CUI IL M5S SI BASA? 

3. PERCHÈ PER 50 GIORNI AVETE NEGATO LA FORMAZIONE DI QUALSIASI GOVERNO, NE’ AVETE PROPOSTO SOLUZIONI ALTERNATIVE ATTUABILI, GETTANDO IL PAESE IN UNA PARALISI DI CUI HA APPROFITTATO LA COALIZIONE DI CENTRODESTRA GUIDATA DA BERLUSCONI CHE NEI SONDAGGI HA AUMENTATO I SUOI VOTI GIÀ DEL 3,2%? 

4. PERCHÈ UNA VOLTA SCELTO RODOTÀ NON AVETE DISCUSSO LA SUA CANDIDATURA ATTRAVERSO UN INCONTRO TRA DELEGAZIONI DI VARI PARTITI PRIMA DI ANDARE AL VOTO? VI SIETE ARROCCATI SULLA VOSTRA POSIZIONE CON IL SOLO OBIETTIVO DI SPACCARE IL PD? 

5. SE UN PRESIDENTE VOTATO DA PDL, PD E ALTRE FORZE FA MALE AL PAESE, PERCHÈ AL 4° VOTO NON AVETE VOTATO PRODI CHE FIGURAVA FRA I VOSTRI CANDIDATI SCELTI DAL POPOLO DEL WEB? PERCHÈ AVETE RITENUTO GIUSTO CHE 451 ELETTORI DEL PD VOTASSERO UN CANDIDATO DEL M5S SOSTENUTO DA 163 DEPUTATI E NON IL CONTRARIO? AVETE TRADITO QUELLA PARTE DEI VOSTRI ELETTORI CHE NELLE QUIRINARIE HANNO VOTATO PRODI? 

6. PERCHÈ IL 19 APRILE 2013 BEPPE GRILLO HA DICHIARATO “CON RODOTÀ SI APRIRANNO PRATERIE PER UN GOVERNO” MENTRE IL 3 APRILE 2013 NEL POST INTITOLATO “PERCHÈ HAI VOTATO PER IL M5S?” BEPPE GRILLO AVEVA CHIUSO AD OGNI POSSIBILITÀ DI CONVERGENZA CON IL PD? BEPPE GRILLO SI È CONTRADDETTO? NEL VOSTRO STATUTO È SCRITTO CHE NON SIETE DISPOSTI AD ALLEANZE, COME BEPPE GRILLO HA RIBADITO NELLA CONFERENZA STAMPA DEL 21 APRILE, BEPPE GRILLO VOLEVA TRADIRE LO STATUTO E IL MOVIMENTO? OPPURE BEPPE GRILLO VOLEVA TENDERE UNA TRAPPOLA AL PD RIMANGIANDOSI LA PAROLA SUBITO DOPO? 

7. PERCHÈ IL CAPOGRUPPO M5S AL SENATO VITO CRIMI LA MATTINA DEL 20 APRILE HA DICHIARATO “UN PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA NON PUO’ ESSERE SUBORDINATO A DELLE LOGICHE DI GOVERNO”? VITO CRIMI HA SMENTITO E CONTRADDETTO BEPPE GRILLO? 

8. PERCHÈ BEPPE GRILLO IL 28 MARZO 2013 HA DICHIARATO SUL SUO BLOG “IL PARLAMENTO È SOVRANO” E IL 20 APRILE 2013 HA DEFINITO UNA DECISIONE DEMOCRATICA E LEGALE DEL PARLAMENTO PRESA DAI PARTITI RAPPRESENTANTI IL 75% DEGLI ITALIANI “COLPO DI STATO”? IL PARLAMENTO È SOVRANO A INTERMITTENZA SECONDO LA SUA VOLONTÀ? 

ATTENZIONE GRILLINI: ALLE DOMANDE SI RISPONDE CON DELLE RISPOSTE, CHI RISPONDE CON ALTRE DOMANDE (IN PERFETTO STILE DEPUTATO GRILLINO) VUOL DIRE CHE NON HA RISPOSTE. 

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Ma il "golpe" lo ha fatto Grillo limitando il voto alle Quirinarie





"E' Golpe, tutti a Roma!" Anzi no, "E' un golpettino furbo, tutti a Roma ma..mannaggia ci sono i giornalisti, non mi fanno passare...beh..io me ne vo' a casa". Questo è ironicamente il riassunto delle ultime 24 ore di Beppe Grillo.


Premettendo che anche a me non piace la rielezione di Napolitano (95 anni a fine mandato, non so se rendo l'idea), gridare al golpe mi pare ridicolo oltre che assurdo. Anzi, sapete che faccio, rispondo con una provocazione "idiota" (forse se mi abbasso al suo livello mi capiscono di più).

Rodotà è arrivato terzo alle quirinarie sulla rete, quindi ha preso meno di 50 mila voti sicuro. Se davvero il 30% di quelli che han votato PD non voleva Rodotà, sono cmq circa 3 milioni. Dov'è il golpe allora? Qualcuno mi dirà "ma gli altri lo volevano", ok.....perchè non lo hanno votato? Ah già, non potevano perchè fino a 2gg prima erano dei trolls piddini e quindi Grillo ha imposto condizioni nella votazione facendo in modo che votassero solo gli elettori 5 stelle iscritti e riconosciuti prima del 31 dicembre 2012. 
Ma allora...chi ha sbagliato? Chi ha impedito ai cittadini di votare nell'unica pseudo elezione per eleggere il proprio candidato? 

I partiti che hanno eletto Napolitano sono stati votati dai cittadini prendendo fra i 15 e i 20 milioni di voti (no perchè bisogna ricordarlo questo). 
Che poi questa regola sia da rivedere se ne può parlare, ma per ora è così.


Ah, tra l'altro, a riguardo del discorso trasparenza, vi è il domandone finale:  Perchè ancora oggi non si sanno i risultati delle quirinarie?

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Cose dette da Rodotà su Grillo (non proprio complimenti)





Non è solo Grillo ad aver parlato male di Rodotà dando al suo oramai ex candidato alla Presidenza della Repubblica del "Maledetto" per via della sua pensione d'oro. Anche Rodotà ha avuto belle parole per Beppe Grillo in un’intervista pubblicata nel luglio del 2012 dalla rivista Left-Avvenimenti.


Alla domanda: "Cosa pensa di Beppe Grillo?", risponde:

"Grillo è figlio di tutto quello che non è stato fatto: la perdita di attenzione per le persone, la corruzione, la chiusura oligarchica. Gli ultimi due Parlamenti li avranno scelti al massimo 20 persone. In questo clima, ci dobbiamo aspettare fenomeni alla Grillo. Anzi, può darsi che ne vengano fuori altri, anche più pericolosi. Il fatto è che il populismo berlusconiano non è stato letto con la dovuta attenzione critica dalla sinistra. Ricordo bene cosa si diceva dopo la vittoria del 1994: Berlusconi ha fatto sognare, noi no. Altan, il più grande commentatore politico che ci sia in questo momento, ha disegnato uno dei suoi personaggi che diceva: «Non fatemi sognare, svegliatemi». La sinistra non è stata capace di andare alla radice culturale e politica del populismo berlusconiano. Quella deriva aveva un precedente negli anni del craxismo. Comincia allora la rottura, la corruzione giustificata, esibita, il disprezzo per la politica e per «gli intellettuali dei miei stivali». Anche oggi vedo grandi pericoli. Il fatto che Grillo dica che sarà cancellata la democrazia rappresentativa perché si farà tutto in Rete, rischia di dare ragione a coloro che dicono che la democrazia elettronica è la forma del populismo del terzo millennio. Queste tecnologie vanno utilizzate in altri modi: l’abbiamo visto con la campagna elettorale di Obama e nelle primavere arabe. Poi si scopre che Grillo al Nord dice non diamo la cittadinanza agli immigrati, al Sud che la mafia è meglio del ceto politico, allora vediamo che il tessuto di questi movimenti è estremamente pericoloso. E rischia di congiungersi con quello che c’è in giro nell’Europa. A cominciare dal terribile populismo ungherese al quale la Ue non ha reagito adeguatamente."


Non c'è che dire, essere candidato Presidente della Repubblica cambia molte cose. Certo, una volta sfumato il tutto, si ritorna a dire e pensare le stesse cose di prima, vero Stefano? Cose del tipo:

«Sono contrario a qualsiasi marcia. E la rete è piena di poteri anti-democratici» (Rodotà)

Lo era anche ieri eh... 

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

sabato 20 aprile 2013

Le balle di Crimi sulle manifestazioni spontanee e non ufficiali

Vito Crimi sulle manifestazioni degli attivisti del Movimento 5 Stelle:

Tutte manifestazione che però vengono definite da Crimi "non ufficiali":
"Nessuna manifestazione del #M5S, si tratta di una mobilitazione spontanea. In risposta alle numerose agenzie di stampa nelle quali si lanciano adesioni a presunte manifestazioni del Movimento 5 Stelle, si precisa che nessuna iniziativa è stata presa in tal senso dal M5S. Pertanto nessuna adesione può essere rivendicata per una manifestazione che non c'è"


Ma come manifestazioni spontanee, non ufficiali? Manifestazione che non c'è? Ma ci prendi per scemi Crimi? Secondo te, quando il guru "portavoce" titolare del blog e del Movimento afferma

"Io sto andando a Roma in camper. Ho terminato la campagna elettorale in Friuli Venezia Giulia e sto arrivando. Sarò davanti a Montecitorio stasera. Rimarrò per tutto il tempo necessario. Dobbiamo essere milioni. Non lasciatemi solo o con quattro gatti. Di più non posso fare. Qui o si fa la democrazia o si muore come Paese"

e ancora

"E' un golpe, tutti a Roma"

secondo te tutto ciò che viene dopo non ha nulla a che vedere con il M5S? Ti rendi conto delle cacate che dici??? Cos'è, fai a gara con la Lombardi a chi le spara più grosse?

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

"Ciao Grillo guarda come mi diverto" (Crimi e Lombardi)

Mentre il paese va a rotoli, mentre non si riesce a fare un governo, mentre manco si riesce ad eleggere un Presidente della Repubblica (questo non per colpa loro a dire la verità), guardate loro che fanno?

Dal profilo Fb di Roberta Lombardi

Che carini! Certo, è divertente lo ammetto. Peccato che tutte le cose dette sopra rendano la cosa un po' una presa per i fondelli...

Ai clowns in Parlamento aggiungiamo anche loro due.

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Ah, Davide Bono è indagato. Ma per lui bisogna distinguere con il rinvio a giudizio


«Sì, sono stato raggiunto da un avviso di garanzia anche io (nessun gruppo è stato risparmiato)». Butta lì una frase che dice tutto sul mito della purezza andato in frantumi: «Un certo effetto lo fa, trovarsi ad essere il primo eletto M5S raggiunto da un avviso di garanzia. Soprattutto pensando ai ragionamenti che tutti abbiamo sempre fatto sui politici indagati. In effetti questo dovrà farci ben riflettere e imparare a distinguere nettamente tra indagini e rinvio a giudizio» (Da "La Stampa". grassietti miei ndr)


Certo, hai ragione Davide. Ma ciò vale anche quando ad essere indagati sono i vari politici di PD, PdL, Lega Nord, SeL, UDC etc etc vero? No perchè ora ve lo farermo notare ogni volta, sappiatelo.

Ah, tra l'altro c'è pure questo:

Dalle pieghe dell’inchiesta emerge una circostanza: per partecipare alle manifestazioni No Tav in Val Susa i consiglieri grillini avrebbero usufruito dei rimborsi chilometrici e per la benzina. Il malumore dei militanti soffoca anche le buone ragioni della lotta contro il super treno: «Potevano o no? Per andare a Chiomonte 4,35 euro si possono spendere di tasca propria... credo».

E lo crediamo anche noi. Ma sai, non è la prima volta che con i rimborsi benzina del M5S in Regione fanno discutere...

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

martedì 16 aprile 2013

Beppe Grillo: la Gabanelli dovrebbe dirmi "Signor Grillo, faccia il governo"

Appena eletta candidata del Movimento 5 Stelle per essere il prossimo Presidente della Repubblica, manco ha accettato e già Beppe Grillo mette le mani avanti.e da Zoppola (in Friuli Venezia Giulia) commenta:

"Il nuovo presidente della Repubblica dovrebbe dire: 'signor Grillo, il partito di maggioranza ha fallito, lei rappresenta il secondo partito, faccia il governo'"

 e aggiunge:

"ci dia l'incarico e noi porteremmo subito persone al di sopra del bene e del male nei ruoli di governo, sarebbe un segnale straordinario per toglierci dalla vista queste persone che parlano di responsabilità e sono qui da 20 anni e non hanno mai chiesto scusa"

Di nuovo c'è che finalmente ammette che il M5S non è arrivato primo ma secondo. Quello che non capisce ancora è che prima di loro c'è l'alleaza di centro destra quindi la Gabanelli Presidente della Repubblica dovrebbe chiedere prima a loro di formare un governo e solo successivamente al M5S. Detto ciò, ci vuole sempre la fiducia e quella i grillini difficilmente l'avranno (il PD per ovvi motivi e il PDL perchè i grillini sono i loro più acerrimi oppositori).

Appena eletta candidata e già la povera Milena è sotto pressione...non proprio un bell'inizio se la si vuol convincere ad accettare.


Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Nuovo caso di "Parentopoli" e possibile conflitto di interessi nel M5S a Mira

Ennesimo caso di "Parentopoli" nel Movimento 5 Stelle, questa volta a Mira. Come riporta "Nuova Venezia":

"MIRA. «Parentopoli grillina». Questa l’accusa che arriva dalle opposizioni a Mira dopo la nomina da parte del sindaco Alvise Maniero del nuovo assessore all’Ambiente Maria Grazia Sanginiti, che sostituisce Roberta Agnoletto (cacciata perchè incinta, almeno così sostiene Roberta ndr). Un nuovo caso dopo quelli già presenti in Consiglio.
Sanginiti, 31 anni, laureata in Ingegneria per l’ambiente e il territorio, è infatti la moglie del neo deputato “grillino” Emanuele Cozzolino. «È stata fatta una scelta di competenza fra gli iscritti del comprensorio in base al curriculum presentato» si difende Cozzolino."

Ahi ahi ahi...ma il fatto che sia laureata conta poco. Ce ne sono molti altri, magari anche con più esperienza, cosa vuol dire? E poi, anche i parenti assunti da politici di altri partiti contro cui vi siete sempre battuti potevano essere preparati, o loro no?


In più c'è un'altra cosa interessante. La signora Sanginiti lavora presso lo studio del padre, Antonio Sanginiti che ha sede a Zianigo di Mirano (Venezia), non lontano quindi da Mira. Considerando che le collaborazioni pubblico-privato sono sempre state oggetto di favoritismi, il pericolo di conflitto di interessi c'è eccome.

Non si sta accusando nesusno, sia chiaro, ma è dovere di cronaca farlo notare. Se le regole valgono per gli altri, devono valere per tutti, Movimento 5 Stelle compreso.

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Anche la Napoleoni mente nel suo curriculum? Pare di sì

Cosa fa Loretta Napoleoni, "economista" a cui si appoggia il Movimento 5 Stelle? Nel suo curriculum c'è scritto:

"E’ inoltre docente di economia presso la Judge Business Schools di Cambridge"



Peccato che, come riportato dal blog "Movimento 5 Stronzi", alla mail in cui si chiedevano spiegazioni l'università abbia risposto con un

"Dr Napoleoni is only a guest speaker here at Judge. Therefore she is not based here and  only visits us occasionally throughout the year"



In pratica, affermano che lei non è insegnante fissa lì ma passa solo occasionalmente come ospite durante l'anno!

Un po' diverso da essere un "docente"....

Aspettiamo precisazioni dalla diretta interessata. I grillini però dovrebbero (come del resto tutti quelli che hanno avuto problemi di questo tipo) verificare meglio il curriculum dei propri assistenti/consulenti o presunti tali.

A meno che anche la Judge faccia parte del gombloddo della Ka$ta....

PS: e voi non mentite sul vostro? Siete vecchi! Oramai lo fanno tutti!!!!

@RebelEkonomist

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

lunedì 15 aprile 2013

Casaleggio parla e falsifica le Quirinarie (Legge 4 aprile 1956, n. 212)


Durante le elezioni tradizionaliesiste quella bella cosa chiamata "Silenzio Elettorale" regolamentata dalla Legge 4 aprile 1956, n. 212 che, all'articolo 9 recita:



1. Nel giorno precedente ed in quelli stabiliti per le elezioni sono vietati i comizi, le riunioni di propaganda elettorale diretta o indiretta, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, la nuova affissione di stampati, giornali murali o altri e manifesti di propaganda.
2. Nei giorni destinati alla votazione altresì è vietata ogni forma di propaganda elettorale entro il raggio di 200 metri dall'ingresso delle sezioni elettorali.
3. È consentita la nuova affissione di giornali quotidiani o periodici nelle bacheche previste all'art. 1 della presente legge.
4. Chiunque contravviene alle norme di cui al presente articolo è punito con la reclusione fino ad un anno e con la multa da lire 100.000 a lire 1.000.000 (Articolo così modificato da ultimo dall'art. 113, legge 24 novembre 1981, n. 689. Successivamente l'art. 15, legge 10 dicembre 1993, n. 515, ha disposto che in caso di violazione delle disposizioni contenute nel presente articolo si applichi, in luogo delle sanzioni penali, la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 103 a euro 1032) 


La ratio di questa regola è che il cittadino possa riflettere serenamente sul voto che sta per esprimere. Ecco, se il Guru del Movimento 5 stelle parla escludendo di fatto Romano Prodi ed Emma Bonino "Gianroberto Casaleggio, cofondatore del Movimento 5 Stelle, ha tracciato l'indentikit del nuovo Capo dello Stato che deve essere «super partes, preferibilmente uno che non venga dal mondo politico, e che rappresenti tutti gli italiani»" ciò influenza in maniera decisiva il voto dei grillini, o no? Quindi, se le Quirinarie vogliono essere elezioni serie, non sono regolari e devono essere rifatte.


Altro che "attacchi hacker". Il problema sono i "consigli" degli influencer....ma chi legge queste pagine lo sa già visto che il sottoscritto aveva previsto tutto (vedi "Ecco come Grillo e Casaleggio manipoleranno i voti dei grillini")

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Lombardi: Il Presidente della Repubblica deve avere 50 anni? Dove sta scritto?

La "so tutto io e voi non siete un casso" Roberta Lombardi apre bocca e scivola ancora, questa volta sulla elezione del Presidente della Repubblica. Intervistata da Radio Radicale, la grillina se ne esce con un   
Basta con questi vecchi, ci vorrebbe un giovane a Presidente della Repubblica
Al che il giornalista le fa notare che
Ma deve avere 50 anni
Sorpesa, la Lombardi
E dove sta scritto?
Gioia mia, ma come?? Difatti il giornalista:
Nella Costituzione
Come replica lei??

Ora non ci attacchiamo a questi formalismi

Update: le citazioni sono una sintesi ironica, ciò che realmente ha detto la Lombardi (per dovere di cronaca) è stato "sss oddio una certa età anagrafica NON MI PARE SIA SCRITTO IN COSTITUZIONE" e da lì parte ad arrampicarsi sugli specchi concludendo con un "dopodichè che significa esperienza? Che devi essere stato nel sistema per 40 anni per andare a fare il presidente o devi essere una figura di garanzia, che si attenga scrupolosamente ai dettami della carta costituzionale?". Suvvia, la sintesi ironica era divertente...qui siamo sul pietoso

Condividila su Facebook

Mah.....Forse a giocare con i nipotini..anzi..nel suo caso con i figli, dovrebbe andarci lei. Nel mentre, sempre che abbia tempo, potrebbe studiarsi l'articolo 84 della Costituzione che recita:

"Può essere eletto Presidente della Repubblica ogni cittadino che abbia compiuto cinquanta anni d'età e goda dei diritti civili e politici."




Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

domenica 14 aprile 2013

Censura grillina su Facebook: fanno chiudere la pagina "Waffanculo5Stelle"

Dicono che i giornali fanno cattiva informazione. Dicono che i media li censurano. In parte è vero, ma loro non sono da meno. Dopo gli episodi che hanno caratterizzato il sottoscritto (sul blog di Grillo e sul social news TzeTze gestito dalla Casaleggio Associati) ecco che ora spunta la censura su Facebook. Vittima è la pagina "Waffanculo5stelle", sparita misteriosamente dal social network oggi pomeriggio. La causa? Segnalazioni a tappeto dei grillini partite da questo post creato dalla pagina (grillina) "Tutto il Fango Minuto Per Minuto - la Controinformazione a Cinque Stelle".

qui per condividerla su facebook


 Solidarietà agli amministratori anche da parte nostra.

  

UPDATE:
A quanto pare il motivo dell'attacco è per via di un post contro la figlia di Grillo. Se così fosse, noi condanniamo in toto qualunque attacco personale nei confronti di grillini, Grillo e Casaleggio. In quel caso però, da segnalare era il singolo POST, NON la pagina. In più, se dovessimo noi segnalare tutte le pagine e i profili e i siti (grillini e non) che ci insultano sul personale, dovremmo far chiudere decine se non centiania di profili/pagine/siti.


Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Crimi e M5S: No Tav che viaggiano in Premium sul Frecciarossa

Su internet circola una foto di Vito Crimi che dorme su un treno pubblicata ad esempio da Giornalettismo. Francamente, come ho scritto "Che c'è di male se dorme sul treno? Anzi, semmai è una notizia che vada in treno e non in auto blu come tanti altri. Non lo so...Il M5S può essere contestato seriamente per altre cose. Queste sono inutili..anzi..dannose".  Sarebbe forse meglio se si concentrassero su altre cose al posto di perdere tempo con queste "Cacate". 

Come ad esempio il fatto che l'ultras No Tav Vito Crimi (ma sono sicuro che ci siano molti altri grillini che lo fanno) sia sul Frecciarossa, tra l'altro non nella classe dei barboni ma sulla premium.


Il 23 marzo al corteo No Tav dichiarava

“La battaglia sulla Tav per noi è fondamentale, perché una delle nostre 5 stelle sono i trasporti, non la mobilità sostenibile ma quella intelligente. Noi non rappresentiamo il movimento No Tav, ma tutte le battaglie della gente” (Vito Crimi, capogruppo al Senato dei grillini, dopo la visita al cantiere.)

20 giorni dopo, ce lo troviamo beato viaggiare e dormire sul TAV Frecciarossa. Ma sapete, loro pensano che la TAV sia solo quella in Val di Susa...le altre mica sono TAV. Forse non sanno che TAV = Treno Alta Velocità....

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

sabato 13 aprile 2013

M5S presenta DDL per abolire l'ordine dei giornalisti. Uguale agli altri già depositati..


Ha fatto notizia la nuova proposta del Movimento 5 Stelle: abolizione dell'ordine dei giornalisti (e fondi per l'editoria). Il tutto in due DDL:

"Abrogazione della legge 3 febbraio 1963, n.69, e successive modificazioni, sull'ordinamento della professione di giornalista" e "disposizioni volte alla abolizione del finanziamento pubblico all'editoria": sono due dei disegni di legge presentati dal Movimento Cinque Stelle al Senato. Si tratta degli atti 453 e 454, che hanno come primo firmatario il capogruppo Vito Claudio Crimi, ma che sono stati cofirmati da tutti i senatori Cinque Stelle. (AGI) .


Cosa giustissima a mio modo di vedere. La cosa strana è che disegni di legge simili sono stati già depositati in questi anni da altri partiti come Gruppo Misto, PD, PDL etc etc ma messi in un cassetto e mai tirati fuori. Basta una piccola ricerchina e si scopre:

N.2496DISEGNO DI LEGGE d’iniziativa del senatore LAURO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 10 DICEMBRE 2010 Abrogazione dell’ordine dei giornalisti

CAMERA DEI DEPUTATIN.3913 — PROPOSTA DI LEGGE D ’ INIZIATIVA DEI DEPUTATI PICCHI, CARLUCCI Abolizione dell’Ordine dei giornalisti e istituzione del registro dei giornalisti professionisti

N. 1676DISEGNO DI LEGGE d’iniziativa dei senatori PORETTI, BONINO e PERDUCA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 15 LUGLIO 2009 Abolizione dell’Ordine dei giornalisti e istituzione della carta d’identita ` professionale del giornalista professionista

CAMERA DEI DEPUTATI N. 993PROPOSTA DI LEGGE d'iniziativa dei deputati MAURIZIO TURCO, BELTRANDI, BERNARDINI, FARINA COSCIONI, MECACCI, ZAMPARUTTI Abolizione dell'Ordine dei giornalisti e istituzione della carta d'identità professionale del giornalista professionista Presentata il 13 maggio 2008

E ce ne sono altre...


Perchè se la presentano loro finisce in prima pagina, mentre tutte queste fatte da altri nessuno le ha considerate?? Forse, se qualcuno ne avesse parlato, a quest'ora l'ordine dei giornalisti sarebbe già stato abolito da tempo senza che arrivasse il Movimento 5 Stelle a presentarne uno nuovo identico....

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Quirinarie: lo 0.5% dei grillini ha scelto i 10 candidati per la Presidenza della Repubblica


Nonostante presunti attacchi hacker e grillini che si sono per sbaglio autovotati come candidati per essere il prossimo "Presidente della Repubblica", alla fine questi 10 nomi sono usciti:

I dieci candidati scelti sono, in ordine alfabetico:
- Bonino Emma
- Caselli Gian Carlo
- Fo Dario
- Gabanelli Milena Jola
- Grillo Giuseppe Piero detto Beppe
- Imposimato Ferdinando
- Prodi Romano
- Rodotà Stefano
- Strada Luigi detto Gino
- Zagrebelsky Gustavo
Polemiche sul nome di Romano Prodi (evidentemente il web è sovrano solo quando sceglie ciò che è giusto per i M5S), ma non è detto che sarà lui il candidato del popolo grillino.

Orgoglioso Beppe Grillo dal suo blog scrive:

"Il MoVimento 5 Stelle ha indicato i suoi nomi per il Quirinale nella giornata di ieri. Avevano diritto al voto 48.282 persone iscritte al M5S al 31 dicembre 2012 con documenti digitalizzati."

"Quasi 50.000 persone hanno potuto esprimere democraticamente, senza chiedere un euro a nessuno, la loro preferenza per il Capo dello Stato. Nel frattempo la coppia Bed & Breakfast Berlusconi e Bersani decideva in segreto il presidente dell'inciucio per salvaguardare entrambi, un atto antidemocratico e ributtante."

Quasi 50 mila persone. Ammazza oh! A vederlo così è un gran risultato. Peccato che essendo gli elettori del M5S quasi 9 milioni, ciò vuol dire che solo lo 0.57% dei grillini ha effettivamente scelto la rosa dei 10 candidati.

Un po' pochino no? Se poi confrontiamo ciò con tutti gli aventi diritto al voto italiani il numero è ancora più insignificante.

Più che una democrazia, sembra un'oligarchia a 5 stelle.... 
Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

venerdì 12 aprile 2013

I grillini che si autovotano "Presidenti della Repubblica" alle quirinarie

Altro che (presunti) attacchi di hackers, qui c'è un problema  molto più grosso! Alcuni grillini, non sapendo come votare, al momento di scrivere il nome del loro candidato hanno scritto il LORO di nome! E quindi si sono autovotati come candidati alla Presidenza della Repubblica!

Signori, il web è sovrano.
Questo è un esempio di una grillina che ha ammesso l'errore (la trovate fra i commenti nel post "Elezioni online per il Presidente della Repubblica" sul blog di Grillo)

Ci sono però anche in giro su internet:





Vogliono il web sovrano e poi manco son capaci di votare.....

[per condividere le immagini su facebook, qui l'album)

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Come ti annullo i risultati non graditi delle quirinarie con un "attacco Hacker"


Brutta, bruttissima notizia per i M5S e tutti i sostenitori del web sovrano: le quirinarie indette dai grillini sono state oggetto di un attacco hacker che ha compromesso tutto. Risultato: bisogna rifarle da zero.


[Premessa: questa è un'ipotesi provocatoria non impossibile, ergo non si sta accusando nessuno]

Che l'attacco hacker ci sia stato ci sono pochi dubbi: l'allegato della DNV Business Assurance parla chiaro e che io sappia nessuno ha prove per accusare che questa azienda abbia detto il falso. Accertato quindi l'effettiva azione di uno o più Hackers, veniamo al punto.

In molti su internet hanno ironizzato sul fatto che questo attacco sia stato una farsa per cambiare il poco piacevole (ai vertici del M5S) risultato del sondaggio ("ha vinto Prodi e quindi hanno annullato tutto" è lo sfottò che gira di più). Potrebbe essere vero? sì. E non ci vuole un genio per capirlo.

Chi di voi è su Ebay e lo usa anche per vendere cose? Chi di voi lo fa, sa benissimo che c'è un modo legale di truccare le aste: si chiede ad un amico di rilanciare ogni volta l'asta, soprattutto se il prezzo è basso e fatica a salire. In certi casi l'amico arriva addirittura a vincerla e simulare l'acquisto (così intanto fa crescere il feedback suo e dell'amico).

Cosa può essere successo qui? Semplice. I risultati non piacevano e un hacker (d'accordo con i vertici) si è intrufolato, falsando il sondaggio e annullando il tutto. Facendolo ora, c'è poco tempo per rifarle da capo e i frequentatori occasionali di internet e del blog, presumibilmente non grillini accaniti, non avranno modo/voglia di rivotare il loro candidato et voilà: probabilmente, molti voti a candidati poco graditi non verranno più conteggiati.
Considerati i tempi non mi pare così impossibile, o no? Sì certo, sono un provocatore malpensate ma d'altronde, loro sono i primi che mi insegnano a dubitare di tutto e tutti, soprattutto quando accadono cose strane con tempistiche molto azzeccate...

Lasciata da parte questa ipotesi (ognuno si farà l'idea che crede), mi piacerebbe tanto sapere cosa pensa quel genio della Lombardi che appena ieri ha incoronato il web come sovrano assoluto del mondo...

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

La Nicole Minetti del Movimento 5 Stelle: Giorgia Manuguerra





Si chiama Giorgia Manuguerra la candidata grillina con un passato nella tv italiana. Certo, definirlo osè francamente mi sembra troppo, però la sua partecipazione a "Cupido" nel 2009 sta facendo discutere la rete. Riportata da "Punto Imperia", si legge che

"Durante le riprese del video, la giovane imperiese dimostra di subire il fascino del noto playboy (Rossano Rubicondi), già compagno di Ivana Trump e partecipante all'Isola dei Famosi, lasciandosi andare a qualche effusione di troppo, interrotta solamente dalla telefonata della Panicucci."
La Manuguerra si difende dal suo profilo Facebook:

Ciao a tutti! Vi ringrazio per i tantissimi messaggi di "solidarietà" ricevuti, in seguito a quel simpatico articolo pubblicato su qualche giornale online locale, sul mio video ritenuto "osè" nella trasmissione "Cupido", del 2009... Amici miei, state tranquilli, non vi preoccupate per me, sapete che la cosa non mi tocca minimamente... (Anzi, mi ricorda quanto sia stata veramente brava a perdere tutti quei kg!!!! ;-)))) Avevamo già affrontato l'argomento nella bacheca di Facebook a suo tempo (maggio 2009); oggi ribadisco che il mio ruolo in quella trasmissione non è stato altro che quello di attrice, come tutti i miei amici, i miei colleghi di allora, e la mia famiglia sapeva, ancor prima che venisse girato il video. E poi, secondo voi, se non fossi stata complice e non avessi avuto il mio guadagno, avrei potuto firmare la liberatoria per mandarlo in onda?!?!?!? Su dai, autolesionista no!!!!!!!! :p

Se ce ne fosse ancora bisogno, ammette che tutte queste trasmissioni idiote sono scritte e preparate a tavolino (scemi voi che le guardate) e che lei fosse solamente un'attrice che recitava la parte di una ragazza che subiva la "candid tentazione" e che grazie a ciò ha avuto un guadagno.

Tutto legittimo ovviamente, ma la stessa cosa hanno fatto Nicole Minetti e Mara Carfagna: lavoravano in tv per guadagnare soldi. Perchè allora loro sono state apostrofate in vari modi poco gentili anche da Grillo, mentre se ti azzardi a riportare anche solo questa news su Giorgia i grillini ti dicono che fai gossip e che forse sarebbe meglio guardare agli altri (ma questa è una scusa onnipresente oramai)?

Che c'è di diverso?

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

giovedì 11 aprile 2013

Lombardi: "il web è sovrano". E se non hai internet non conti una sega

«il nome di Prodi ci sorprende perché appartiene alla vecchia politica, ma il web è bello perché è libero, dà voci a tutti: il web è sovrano».
Così si espresse Roberta Lombardi, capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera.
Il web è bello sì, è libero (non ovunque ma vabbè) e dà voce a tutti. Ecco sulla bellezza di questo punto, viste le puttanate che si leggono quotidianamente, avrei da ridire...anche perchè più la spari grossa e più vieni letto e, chissà, magari votato.

Il web però NON DEVE essere sovrano. Sovrane dovrebbero essere le persone, sia quelle che hanno internet sia quelle che non ce l'hanno. Se "Uno vale uno", io che ho internet valgo tanto quanto mio nonno che manco sa accendere il pc, così come il 90% (se non di più) degli anziani.

Questa patetica BALLA del "web è buono e giusto" deve finire: non è vero, le ombre ci sono anche lì...e che ombre!

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Balle a 5 Stelle: Front National di Marine Le Pen conferma i contatti con il M5S

Tempi bui per il Movimento 5 Stelle: dopo l'interrogativo su quanto effettivamente prenderanno i deputati grillini, dopo lo scandalo wikileaks di Bologna ora questo.

A Piazzapulita Marine Le Pen  disse che il suo staff è in contatto con il M5S "No, io mai, ma il nostro staff è già in comunicazione. Il mio responsabile per le questioni europee mi ha detto che stava aspettando una telefonata da un esponente del Movimento 5 Stelle".

Grillo se la prese (non essendo cosa belle avere rapporti con la destra estrema francese) nela sua rubrica "Balle quotidiane" smentendo del tutto le voci sul presunto contatto.

I nrealtà però le cose stanno diversamente. Oggi arriva un'ulteriore conferma che effettivamente lo scambio di rapporti c'è stato da Ludovic De Danne, responsabile delle questioni europee del Front National intervistato di nuovo da PiazzaPulita. Come riportato dal Fatto Quotidiano:


“Confermo di aver ricevuto un’email da un esponente del Movimento 5 Stelle italiano” [...]
[...] La veemenza della risposta sul blog ha provocato la replica del partito francese: “Abbiamo visto la reazione estremamente violenta, scioccante, insultante di Beppe Grillo. Noi non insultiamo nessuno. E trattarci da nazifascisti è molto grave”. Ludovic De Danne ha poi affermato di non voler “polemizzare“, ma ha confermato di aver aver avuto dei contatti con un esponente del Movimento 5 Stelle, di cui non farà il nome,  attraverso “una mail e poi uno scambio telefonico. Il motivo della telefonata era sapere se Marine Le Pen auspicasse incontrare Grillo per un colloquio sulle questioni relative all’Unione europea, una cosa piuttosto normale tra partiti euroscettici 
“Io non so se questo signore abbia agito per conto suo o rispondesse a una precisa indicazione di Grillo – ha concluso De Danne -. Questo rimane un mistero, in ogni caso, se ha agito da solo non è un problema nostro, casomai c’è un problema di coordinamento nel Movimento 5 Stelle”."


Tutto ciò per dire che se Grillo smentisce una notizia dal suo blog, con i suoi soliti toni aggressivi e polemici, NON SIGNIFICA che quella notizia sia falsa.


Capito?

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

martedì 9 aprile 2013

Scilipoti occupa l'aula del Senato con il M5S. E qui c'è dentro tutto. Solidarietà fra complottisti?

Roma, 9 apr - Non si sa bene se da infiltrato, da sodale o da osservatore esterno, fatto sta che tra i senatori del Movimento 5 stelle in occupazione simbolica di protesta dell'Aula del Senato, spunta anche il pidiellino Domenico Scilipoti. Ad accorgersene e' un simpatizzante che sta seguendo l'evento da casa, via streaming. ''Sbaglio o quello e' Scilipoti?'' interroga i presenti. La conferma giunge dal senatore Buccarella: ''Si' e' l'unico rimasto''. (Fonte: Asca)


Ecco, Scilipoti: il simbolo della casta e della NON meritocrazia. Qui c'è dentro tutto...

PS: Solidarietà fra "gombloddisti"?

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Gotti: Ecco perchè il 5 Stelle fa solo propaganda riguardo le commissioni parlamentari

Sulla storia di #occupyMontecitorio è intervenuto anche l'ex Sottosegretario di Stato del Ministero della Giustizia, l'avvocato Luigi Li Gotti che in un commento sul suo profilo FB spiega:

"Il sistema parlamentare è costruito su maggioranza e opposizione. Il Governo è espressione della maggioranza. Le commissioni parlamentari replicano la maggioranza dell'assemblea. Il Presudente della commissione è eletto dalla maggioranza. Poteri del presidente sono funzionali ai lavori assembleari. Regola infatti l'andamento dei disegni di legge e nomina il relatore di maggioranza. Un disegno di legge poi approda in aula, sempre che l'ufficio di presidenza, anch'esso espressione della maggioranza, ne fissi la discussione. Se questi quattro organismi (presidenza commissione, commissioni, ufficio di presidenza, aula) non si armonizzano, si crea il caos. Poi se il disegno di legge viene approvato dalla maggioranza, passa all'esame dell'altro ramo del parlamento. Anche qui vi sono le stesse regole di Presidenza di commissione. Commissione, ufficio di presidenza, aula. Se le maggioranze sono diverse, c'è la paralisi. Il disegno di legge può essere modificato o bocciato. Insomma la disarmonia totale. Inoltre c'è la componente del governo. Nel nostro attuale caso non c'è un governo espressione di una maggioranza. Come si collocherebbe rispetto alle proposte legislative, considerando che la nostra costituzione assegna al presidente del consiglio il compito di mantenere l'unità di intenti e di programma della maggioranza? Di quale maggioranza? Insomma il lavoro delle commissioni è funzionale al lavoro dell'assemblea, nell'ottica del doppio esame spettante all'altro ramo. Se si rompe questa armonia costituzionale, c'è la baraonda. Ognuno andrebbe per una strada e si girerebbe a vuoto. L'insistenza di volere costituire le commissioni, ignora il sistema costituzionale. Si pensa che le commissioni siano il centro del sistema. Invece sono una funzione importante ma solo propedeutica al lavoro assembleare. Se non esiste l'armonia nei diversi segmenti, non si produce niente se non confusione. Serve approfondire il diritto parlamentare, i regolamenti e la costituzione. Senza lo studio, c'è solo propaganda di apprendisti stregoni. Una precisazione: potrebbe ensarsi che i regolamenti siano cose adattabili o bypassabili. I regolamenti hanno rango costituzionale, per cambiarli serve una legge di rango costituzionale. Faccio questo richiamo, perché qualcuno dei 5S mi ha detto, a questo proposito, che non bisogna nascondersi dietro un "grissino". Come spiegare queste cose a chi ragiona così?"

Eh, noi ci proviamo....ma l'è dura caro Gotti...


Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

lunedì 8 aprile 2013

Messora non sa la Costituzione e i regolamenti Parlamentari (e manco cercare su Google)

Ah, fare portavoce un blogger, uno che viene dalla rete. Che cosa bella e originale. Il nuovo che avanza. Sarei d'accordo, ma se si prendesse uno bravo. Certo che se la scelta ricade su Nick il Nero e Messora poi non bisogna lamentarsi di far figure da peracottai.

Che è successo?
Sulla sua Fanpage, l'autore di ByoBlu scrive ironicamente:


Dove è scritto, esattamente, quello che dice il TG di LA7 di Enrico Mentana, che sostiene che la Costituzione e i regolamenti parlamentari prevedano che le Commissioni siano composte secondo rapporti di Governo di maggioranza e opposizione? Qualcuno lo vede scritto da qualche parte? Codice, pagina e capoverso, per favore.

I commenti sotto sono tutti contro Mentana e la ka$ta (ovviamente).
Peccato che poi arrivi qualcuno con un minimo di cervello che spiega ai geni a 5 stelle che le cose stanno effettivamente come dice Mentana.

Come segnalato da Waffanculo 5 Stelle:
"Basterebbe che lei "signor" Messora e i suoi colleghi di 5 Stelle non foste delle capre ignoranti per sapere che le Commissioni Parlamentari si formano non solo in base ad una prassi consolidata che da all'OPPOSIZIONE le commissioni di vigilanza ma addirittura su delle leggi come nel caso di determinate commissioni come quella del COPASIR :

Legge 127, art.30 comma 3: "L’ufficio di presidenza [della Commissione], composto dal presidente, da un vicepresidente e da un segretario, è eletto dai componenti del Comitato a scrutinio segreto. Il presidente è eletto tra i componenti appartenenti ai gruppi di OPPOSIZIONE e per la sua elezione è necessaria la maggioranza assoluta dei componenti."

Le Commissioni possono anche essere composte anche da subito ma non possono lavorare perchè non potendo stabilire chi rappresenti la maggioranza e chi opposizione non si possono determinante le Presidenze. Inoltre ai lavori delle Commissioni partecipa anche il "rappresentante del Governo" che può anche far modificare l'ordine dei lavori. Quindi non serve assolutamente a nulla costituire delle Commissioni se poi non possono lavorare."

Oltre a questo, segnalo io ciò scritto sul sito della Camera:


Per le Commissioni Permanenti:

"Le Commissioni sono formate in modo da rispettare la proporzione fra i gruppi, che distribuiscono a tal fine fra queste i propri componenti (art. 19 reg.). Ogni deputato fa parte di una sola Commissione permanente, salvo il caso in cui sostituisca, per la durata in carica del Governo, un altro deputato nominato ministro o sottosegretario.
Inoltre ogni gruppo può, per l'esame di un determinato progetto di legge, sostituire un commissario con altro di diversa Commissione, previa comunicazione al presidente della Commissione.
Dalla data della loro costituzione, le Commissioni permanenti sono rinnovate ogni biennio e i loro componenti possono essere riconfermati."

Per le Commissioni Straordinarie:

"Oltre alle Commissioni permanenti, la Camera può decidere di costituire Commissioni speciali, composte in modo da rispecchiare la proporzione fra i gruppi, stabilendone la durata e le competenze."
In più ci è l'art. 72 della Costituzione:

Ogni disegno di legge, presentato ad una Camera è, secondo le norme del suo regolamento, esaminato da una Commissione e poi dalla Camera stessa, che l'approva articolo per articolo e con votazione finale.
Il regolamento stabilisce procedimenti abbreviati per i disegni di legge dei quali è dichiarata l'urgenza.
Può altresì stabilire in quali casi e forme l'esame e l'approvazione dei disegni di legge sono deferiti a Commissioni, anche permanenti, composte in modo da rispecchiare la proporzione dei gruppi parlamentari. Anche in tali casi, fino al momento della sua approvazione definitiva, il disegno di legge è rimesso alla Camera, se il Governo o un decimo dei componenti della Camera o un quinto della Commissione richiedono che sia discusso e votato dalla Camera stessa oppure che sia sottoposto alla sua approvazione finale con sole dichiarazioni di voto. Il regolamento determina le forme di pubblicità dei lavori delle Commissioni.
La procedura normale di esame e di approvazione diretta da parte della Camera è sempre adottata per i disegni di legge in materia costituzionale ed elettorale e per quelli di delegazione legislativa, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali, di approvazione di bilanci e consuntivi.

Assumere (o meglio, candidare) magari qualche esperto di diritto?

Vuoi essere sempre informato? Iscriviti alla fanpage!

Altre Assurdità

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...